0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Perché altri vini, insieme a quelli di Bellenda?

20/05/2020

Più di qualcuno ci ha chiesto il motivo della nostra collaborazione con altre cantine per la distribuzione dei loro vini in Italia.

C’è più di un motivo.

Il primo è di cuore e passione: fare il nostro lavoro di produttori senza confronto e conoscenza reciproca con altri produttori non ci darebbe la possibilità di crescere, di evolverci, di sperimentare nuove idee in vigna e in cantina. La grande opportunità di conoscere altri produttori dalle zone più diverse ci è stata offerta dall’avere spesso importatori in comune o dalla frequentazione degli stessi clienti durante le degustazioni.

Assaggiare i vini di un collega produttore è sempre una bella esperienza, apre la mente e stimola il dialogo e il successivo approfondimento.

Il secondo motivo è direttamente conseguente al primo. Quando scopri qualcosa di buono e di bello, quando conosci e fai amicizia con persone interessanti è naturale voler condividere queste esperienze e far conoscere i loro vini.

Così, un po’ alla volta è nato il nostro affiatamento con persone e cantine che hanno il nostro stesso modo di intendere questo bel mestiere che ci siamo scelti per la vita.

Vorremmo farveli conoscere tutti personalmente e speriamo di poterlo fare in occasione di uno degli eventi di degustazione e presentazione che organizziamo periodicamente in cantina.

Quest’anno, purtroppo, la situazione è ingarbugliata dai problemi che hanno afflitto e stanno affliggendo il mondo intero.

Non sappiamo quindi se riusciremo a organizzare Blend, il nostro festival annuale che si tiene alla fine dell’estate.

Blend, solitamente riservato ai professionisti del settore e alla stampa, proprio nel 2020 aveva in previsione una giornata dedicata agli appassionati iscritti al Bellenda Wine Club, con la presenza di tutti i nostri amici produttori, per farveli conoscere personalmente: siamo in attesa di un chiarimento dell’evolversi della situazione e non mancheremo di avvisarvi per tempo, se le condizioni ci permetteranno di organizzarlo.

Nel frattempo, vi presenteremo ogni cantina, una ad una, nei prossimi numeri della newsletter.